lunedì 9 giugno 2008

Pollo alla Waterzooi

Piatto fiammingo, la versione originale viene dalla città di Gent, in Belgio, e si fa col pollo, però sulla costa (ma anche nel nord della Francia) è diffusa la versione marinara con il merluzzo, ma spesso prevede pure sogliole e gamberetti grigi.
Cosa vuol dire Waterzooi? Water vuol dire ‘acqua’, "zooi" invece si potrebbe interpretare come ‘intruglio’.

Ingredienti

Un petto di pollo
un gambo di sedano
una carota
un porro
brodo
sale
pepe
una noce di burro
20cl di panna fresca
un tuorlo d'uovo


Preparazione

Pulire e tagliare il pollo in pezzetti di media grandezza; tagliare il sedano e la cipolla a listarelle sottili e il porro a fettine. Far rosolare il porro qualche minuto con la noce di burro, aggiungere una cucchiaiata di brodo e farlo stufare coperto. Aggiungere i pezzi di pollo e lasciar insaporire finchè non saranno tutti bianchi in superficie.



Aggiungere le verdure e lasciarle insaporire qualche minuto. Coprire con il brodo e lasciar cuocere per 45 minuti/ un ora a seconda della grandezza dei pezzi di pollo. Sbattere in una ciotola un tuolo d'uovo con la panna, se piace il gusto aggiungere un po' di noce moscata. A fine cottura del pollo spegnere il fuoco e aggiungere la panna, mescolando bene perchè si amalgami il tutto.


Lasciar riposare qualche minuto prima di servire. Accompagnare questo piatto con una bella fetta di pane abrustolito.





Nessun commento: