martedì 18 novembre 2008

Ravioloni di sfoglia con rana pescatrice al profumo di anice

La rana pescatrice mi ha fatto sempre parecchia impressione in pescheria quindi per provarla ho preferito prendere le code surgelate. La sua "carne" è soda e compatta e l'accostamento con l'anice e le biete è risultato molto interessante.


Ingredienti

Una confezione di pasta sfoglia rustica
Tre code di rana pescatrice surg
Tre cubi di bietoline surg
1/2 cucchiaino di dado granulare
Due fiori di anice stellato
Mezzo bicchiere di vino bianco
Sale e pepe

Preparazione

Far rosolare le code di rana pescatrice in poco olio extravergine insieme ai due fiori di anice. Quando la pelle inizia a staccarsi, pulire il pesce dalle lische, tagliarlo in piccoli pezzi e farlo rosolare nel suo sughetto aggiungendo vino, sale e pepe. Insaporire in una padella calda le biete con un paio di cucchiai d’olio e mezzo dado. Lasciare raffreddare il tutto e comporre i ravioloni, sia interi che a mezza luna, metterli in forno finché sono ben dorati. Servire tiepidi con una bella San Miguel gelata.




Nessun commento: