lunedì 23 marzo 2009

Orecchiette con Broccolo Romanesco

Broccolo, il migliore amico dell'uomo. Tanto per cominciare contiene pochissime calorie, quindi ideale se nel week end ci si è strafogati di patatine e pizza! Secondo, contiene un'infinità di sostanze importanti praticamente per curare tutto, dalla depressione al tumore allo stomaco.

Inoltre, nell'antica Roma, i furbi romani se ne facevano una bella scorpacciata prima delle loro seratine alcooliche perchè aiuta il fegato... Insomma trovate un cane che riesce a fare tanto!

Per eliminare la puzza del cavolo mentre lo si cuoce, esistono diversi accorgimenti, ma i più usati sono di aggiungere all'acqua un po' di aceto o mezzo bicchiere di latte. Io preferisco tenere aperta la finestra della cucina. L'importante comunque è di non cuocerlo più di venti minuti.

Ingredienti

160g di orecchiette
160g di broccolo romanesco
2 acciughe
2 spicchi d'aglio
un peperoncino (facoltativo)
olio evo

Preparazione

Dividere il broccolo in tanti ciuffetti e lavarli in acqua e sale per togliere la terra e le impurità, cambiando spesso l'acqua. In una pentola di acqua salata bollire i ciuffetti per dieci minuti da quando bolle. Passati i dieci minuti aggiungere le orecchiette e cuocerle secondo le istruzioni della confezione, lasciandole al dente.
In una padella scaldare quattro cucchiai di olio con l'aglio e le acciughe, facendo in modo che queste ultime si sciolgano bene e l'aglio non colorisca. Scolare le orecchiette e i broccoli con una spumarola direttamente nella padella sfruttando l'acqua di cottura per mantecare bene il tutto. Servire caldo.
Mentre le mangiavo il loro gusto leggermente di mare mi ha fatto venir voglia la prossima volta di aggiungerci le vongole.

Nessun commento: