martedì 9 febbraio 2010

Torta di Frolla e Fragole


Era da qualche tempo che avevo voglia di una torta alla frutta e ieri al supermercato ho trovato delle fragole talmente belle e profumate che non ho saputo proprio resistere! Mi sto studiando il bellissimo libro di Michel Roux, Frolla e Sfoglia, con le preparazioni di base di vari tipi di gusci di pasta e devo dire che, oltre che essere un libro ben scritto, da anche ottimi risultati in cucina.

Ingredienti

per la pasta
250g di farina 00
125g di burro tagliato a pezzetti e leggermente ammorbidito
1 uovo grande
1 cucchiaino di zucchero
1/2 cucchiaino di sale
20ml di acqua fredda

per la crema
250ml di latte ps
20g di maizena
3 tuorli d'uovo
65g di zucchero
un baccello di vaniglia

gelatina pronta
3 cestini di fragole fresche

Preparazione

Su un piano (di marmo se possibile) versare la farina a fontana, formare un buco al centro e versarci l'uovo, lo zucchero, il sale e il burro. Lavorare lentamente gli ingredienti in modo da formare tante briciole. Aggiungere piano l'acqua facendo in modo che l'impasto inizia a stare insieme, formando successivamente una palla liscia e poco appiccicosa. Avvolgerla in foglio di pellicola e lasciarla in frigo per mezz'ora (la pasta frolla si conserva in frigo per tre giorni e in frizzer fino a tre mesi).


Stendere la pasta con il mattarello, partendo dal centro verso l'esterno, in modo da formare un foglio sottile. Rivestire una tortiera (26cm) leggermente infarinata, decorarla a piacere con la pasta, bucherellarla con una forchetta e infornarla per 20 minuti a 190°(deve risultare leggermente dorata). Contenendo molto burro la pasta nei primi minuti in forno tenderà a ritirarli leggermente quindi precedere qualche millimetro in più di trasbordo sul lato verticale. Se la decorazione tende a spostarsi si può fissare con uno stuzzicadenti (che va tolto quando la pasta avrà iniziato a solidificare).
Preparare la crema pasticciera sbattendo i tuorli con lo zucchero fino a formare una crema chiara e spumosa. Unire la maizena. Scaldare il latte con il baccello aperto di vaniglia e lasciarlo riposare qualche minuto in modo che assorba l'aroma. Versare il latte caldo nella crema lentamente e rimettere sul fuoco portando a ebollizione. La maizena al contrario della farina ha bisogno solo di un paio di minuti di bollore, se dovesse risultare troppo densa aggiungere qualche cucchiaio di latte freddo.
Lasciar raffreddare la crema prima di versarla nel guscio di frolla.
Quando è tutto freddo comporre la torta: sul fondo la crema, in alto le fragole tagliate a metà o come suggerisce la fantasia. Preparare la gelatina istantanea (io l'ho aromatizzata con un cucchiaino di estratto di vaniglia) e versarla sulla frutta. Va tutto in frigo per qualche ora prima di servire. Se si ha la possibilità è più buona preparata il giorno prima.


Nessun commento: