martedì 19 gennaio 2010

Petto d'Anatra al Miele con Bacche di Ginepro

Anatra al Forno con Bacche di Ginepro

Ecco ancora un'anatra, stavolta cotta al forno con un delizioso sughetto a base di miele e bacche di ginepro. Rispetto alla precedente questo tipo di cottura esalta il sapore della selvaggina donando al piatto un aroma più corposo e rustico. La ricetta originale prevedeva l'uso dell'anatra intera con di conseguenza lunghissimi tempi di cottura. Utilizzando solo il petto tutto si dimezza. La ricetta arriva da la cucina del corriere, una rivista che guardo con infinito sospetto, visto che le ricette si basano su foto preconfezionate acquistate in rete, ma che ammetto stavolta mi ha piacevolmente convinto. Appena sarà tempo di ciliege fresche proverò anche la versione anatra arrosto in salsa di ciliege :)

Ingredienti

Un petto d'anatra (circa 350g) con la pelle
una grossa patata (circa 200g)
2 cucchiai di miele d'acacia
bacche di ginepro
olio d'oliva
un bicchierino di Cognac
sale

Preparazione

Incidere la pelle del petto dell'anatra con tagli parelleli e perpendicolari in modo da formare dei quadrati regolari e salarlo leggermente da tutti i lati. Rosolare il petto (partendo dalla pelle) su una padella antiaderente con l'aggiunta di un paio di cucchiai d'olio, in modo che dori da tutti i lati. A quel punto aggiungere le bacche di ginepro. Dopo cinque minuti sfumare con un goccio di Cognac e, una volta evaporato l'alcool, spennellare l'anatra con il miele.
Accendere il forno a 180° (il mio è ventilato per quello normale 190°) Tagliare la patata a cubetti piccoli e metterli in una pirofila unta d'olio in modo che formino uno strato solo. Adagiarci sopra il petto d'anatra e mettere in forno per circa 40/45 minuti. Durante la cottura spennellare l'anatra (ogni dieci minuti) con il fondo della cottura precendente, a cui va aggiunto il resto del miele e mantenuto sempre caldo e fluido. Servire tagliata a fette sottili sul suo letto di patate.

Nessun commento: