giovedì 6 maggio 2010

Involtini di Patate, Ricotta e Timo

Borek di Patate e Timo

Ecco il primo esperimento dal meraviglioso libro "La cucina ebraica": Borek di patate, ricotta e timo. Questo tipo di cucina si fonda sul rispetto rigoroso delle tradizioni, quindi non me la sono sentita di chiamarli borek, meglio involtini, perché della tradizione nella mia versione c'è poco. Ho approfittato di questo piatto per svuotare il frigo, visto che settimana prossima siamo in Olanda a fotografare tulipani :) Il risultato è un involtino saporitissimo, croccante, che ti sazia a puntino, con un fresco profumo di timo. Già che ci sono mi piacerebbe segnalare un bel film, sempre in sintonia con cucina e affini, che mi è capitato di vedere in questi giorni, Soul Kitchen! Il film narra della fatica di gestire un ristorante quando si ha un fratello scemo. Così, per passare un paio d'ore in allegria, tra fornelli e scorci di una Amburgo underground.

Ingredienti per 6 involtini

due patate medie
uno scalogno piccolo
foglie di timo fresche
100g di ricottina di bufala
1/2 peperone rosso piccolo
sale e pepe bianco
gallette di riso per involtini

salsa tzaziki a volontà
crema di aceto balsamico

Preparazione

Lessare le patate. Tritare finemente lo scalogno, tagliere il peperoni a cubetti piccoli. In una padella antiaderente soffriggere lo scalogno, le foglie di timo e il peperone a cubetti per qualche minuto. Sbucciare le patate e passarle con lo schiaccia patate direttamente in padella e mescolare con gli altri ingredienti. Salare, pepare e lasciar insaporire. Mettere il composto in una ciotola, lasciar intiepidire e aggiungere la ricotta. Se il composto risulta troppo asciutto aggiungere un paio di cucchiai di latte.

Borek di Patate e Timo

Far rinvenire le gallette di riso in un piatto grande con acqua tiepida finché non sono morbide (giusto qualche secondo), posizionarle ben stese su un panno e togliere l'acqua in eccesso. Posizionare un paio di cucchiai del ripieno modellato in modo da formare un cilindro compatto a tre centimetri dal bordo della galletta. Ripiegare i due lati lunghi della galletta verso l'interno e infine arrotolare ben stretto l'involtino e posizionarlo su un piatto asciutto. Procedere così finché non finisce il ripieno (circa 6 gallette). Friggere in abbondante olio di semi e servire subito con salsa tzaziki a volontà o crema di aceto balsamico.

6 commenti:

Alex ha detto...

Finora ho mangiato solo dei borek con feta ed erbe, questa versione più ricca e sostanziosa mi attira.
Buon divertimento in Olanda, aspetto curiosa le vostre foto. E vi auguro che il tempo migliori un po', per ora siamo tornati a temperature invernali.
A presto
A.

Art Travelling ha detto...

Grazie, speriamo in un po' di sole :)

Lory ha detto...

Adoro i Borek,che ho preparato diverse volte con un'altra sfoglia però,questo ripieno è proprio adatto a me ;-)
Sono curiosa di vedere la foto al vostro rientro,senti fotografate anche qualche cibo strano?
Mi incuriosisce molto il cibo in giro per il mondo ;-)

Art Travelling ha detto...

Usi la sfoglia giusta, io son costretta ad usare le gallette perchè non trovo la fillo, purtroppo! Riguardo ad Amsterdam mi sono organizzata con qualche indirizzo interessante... :)

matrioskadventures ha detto...

Ciao, che bella scoperta il vostro blog! Molto invitante questa ricetta, la proverò al più presto. Anch'io uso la pasta fillo, non è facile trovarla se non hai un negozio greco. Però prova a chiedere dal tuo kebabaro di fiducia, il mio -egiziano- me l'ha procurata:). Buon viaggio in Olanda, Ancutza

simona doktor ha detto...

interesante....