venerdì 19 novembre 2010

Far Breton aux Pruneaux

Far Breton aux Pruneaux

Ecco una (delle tante) versioni per preparare il far. Questa in particolare è semplice e velocissima, si può preparare un'oretta prima di servirla a tavola perchè da il suo meglio, come profumi e consistenza, quando è ancora tiepida. Nonostante che la ricetta sia dello chef Felder ho qualche dubbio sulla cottura, visto che la mia torta si è cotta a tempo di record, temo che il fornetto ventilato asciughi il composto troppo velocemente. Inoltre ammetto di aver sostituito 100ml di panna al posto della stessa quantità di latte, rendendo il risultato più saporito ma anche più compatto, perfetto per una colazione veloce...
Ora cercherò di sbrigare tutte le faccende della giornata (che comprende la demolizione di un mobile uff) e correrò a vedermi l'ultimo (si fa per dire) Harry Potter... Buon week end!

Ingredienti

120g di farina bianca "00"
100g di zucchero
4 uova grandi
mezzo litro di latte fresco
un cucchiaino di estratto di vaniglia
(o un cucchiaio di rum scuro)
125g di prugne denocciolate
15g di burro (se lo si trova demi-sel)

Preparazione

In una terrina piuttosto capiente unire la farina con lo zucchero mescolandole bene con una frusta. Aggiungere due uova intere e iniziare a mescolare energicamente. Quando il composto risulterà liscio aggiungere le altre due uova, continuando a lavorare il composto fino ad ottenere una crema densa e omogenea. Versare il latte lentamente continuando a mescolare in modo da amalgamarlo perfettamente. Infine aggiungere l'estratto di vaniglia o il rum.
Imburrare una tortiera molto, molto bene, e infarinarla ovunque. Posizionare le prugne sul fondo della tortiera e versare il composto aiutandosi con un mestolo in modo che le prugne non si spostino. Infornare subito a 200° circa (con il fornetto ventilato sono bastati 185°). La ricetta originale indica come tempi di cottura 25/30 minuti, il mio far era già pronto dopo 20. Si è gonfiato parecchio, sollevandosi leggermente ai lati ma una volta sfornato è tornato al suo posto. Quando la superficie risulta bella dorata e il far compatto sfornare e spennellare la superficie con il burro e spolverare con lo zucchero, il calore scioglierà entrambi formando una deliziosa crosticina. Servire tiepido.

Far Breton aux Pruneaux

3 commenti:

sabri ha detto...

Un tipo di torta che adoro. Non ho le prugne, magari ci metto del mango essicato ... Quella crosticina mi fa impazzire :-) Buona giornata

Piovonopolpette ha detto...

Stavo giracchiando sul vostro blog e già mi piaceva tantissimo, ci sono tante ricette che voglio provare e che adoro (la cucina greca, i bagels!) e poi... mi ritrovo davanti questa torta che ho assaggiato tante volte ma non ho mai provato! è destino! non vi mollo più :D

treragazzi1cucina ha detto...

Oddio, che bontà il Far Breton! Ti dirò che all'inizio il suo sapore non mi ha entusiasmato, il giorno dopo invece mi ha conquistato letteralmente! Mi ha divertito preparare questo dolce diverso dai soliti che proponevo ai miei cari! :) Se ti va passa sul blog, la nostra versione è leggermente diversa dalla tua! Ciao e buona serata!!