giovedì 18 novembre 2010

Zuppa d'Orzo con Azuki Verdi e Cotto Croccante

Zuppa d'Orzo con Azuki verdi

Ah! Che bello riappropriarsi del proprio tempo, cucinare, fotografare e scrivere un bel post, mentre fuori piove con al proprio fianco una tazza fumante di thé nero al bergamotto e una arlu che fa le fusa. In questi giorni, oltre che perfezionare il mio stile con il rullo da imbianchino (:P) mi sono dedicata a esperimenti sulla cucina giapponese arrivando a realizzare un riso a nuvola accettabile e notevoli zuppe calde decisamente confortati. Ho una gran voglia di sperimentare nuovi sapori, nuovi abbinamenti e soprattutto nuove marinate. Giusto ora mentre scrivo ho in frigo una grande quantità di fettine di manzo che si trastullano immerse in deliziosi miscugli insaporenti, che saranno oggetto di futuri post. Inizio con questa zuppa a base di azuki, giusto perchè la volevo servire in una zuppiera fatta di pane, e per consistenza si presta perfettamente.

Zuppa d'Orzo con Azuki verdi

L'anno scorso, più o meno in questo periodo, avevo proposto un riso a base di azuki verdi (qui) oggi mi va di riproporli in una zuppetta molto morbida dal gusto delicato decisamente adatta a questo autunno piovoso. Per servirla in maniera originale si può optare per una versione provenzale, accostandola a pane rustico tostato e salsa aioli, oppure una versione esotica spolverandola di pepe Sichuan o meglio Shichimi tōgarashi, detta anche peperoncino dai sette sapori, che ne vivacizza il sapore senza coprirlo.

Nebbia?ArluLe rose ritornano...

Ingredienti per quattro persone (abbondante)

200g di azuki verdi
200g di orzo perlato
una patata media (circa 200/220g)
una carota grande
una foglia di alloro
uno scalogno
1litro e mezzo di brodo vegetale
olio evo e sale
pepe di Sichuan o meglio Shichimi tōgarashi
quattro fette di prosciutto cotto

Preparazione

Lavare gli azuki in abbondante acqua fredda e scolarli bene. Affettare sottilmente lo scalogno e soffriggerlo in una pentola capace con quattro cucchiai di olio senza lasciarlo dorare eccesivamente. Aggiungere al soffritto gli azuki e la carota tagliata a cubetti piccoli e lasciare insaporire (si può anche sfumare con un goccio di vino o di sake). Aggiungere l'orzo e mescolare. Aggiungere tutto il brodo e la foglia di alloro, coprire con il coperchio e lasciar cuocere per venti minuti.
Elimiare la foglia di alloro. Tagliare la patata a cubetti piccoli e aggiungerli alla zuppa, mescolare delicatamente e continuare la cottura per altri venti minuti. L'ideale è che la patata si sfaldi leggermente e renda la zuppa densa e vellutata.
Tagliare il prosciutto a striscioline e rosolarle senza aggiunta di grassi su una padella antiaderente rovente, finchè non risultano belle croccanti. Tenerne qualche fettina per decorare, il resto spezzettarlo. Quando la zuppa è pronta regolare di sale (è meglio salare alla fine per permettere all'orzo di cuocersi perfettamente), aggiungere i pezzi di prosciutto e profumare con gli aromi. Una volta divisa nelle tazze o nei piatti decorare con le fette di prosciutto, se piace spolverare con un poco di sesamo tostato e un filo l'olio a crudo. Servire caldo.

Zuppa d'Orzo con Azuki verdi

2 commenti:

fiori.viola ha detto...

Wow! Siete tornati finalmente! E con che meraviglia!!! Ma era buona proprio come sembra? E quel pane poi.. mhhhhh! baci*a

Art Travelling ha detto...

Si, siam tornati da Edimburgo e spero presto di farci un reportage :)