giovedì 13 ottobre 2011

Crumbles con Susine nere

Crumbles alle susine nere (part)

Il bello del crumble è che si prepara in pochi minuti ed è estremamente versatile, sia per ricette dolci che per quelle salate. Nell'impasto di base si possono aggiungere tanti ingredienti diversi: la versione dolce si può arricchire di spezie, come la cannella, la vaniglia, la frutta secca... giocando con diversi tipi di farine come quella di mandorle o di nocciole; la versione salata può essere esaltata dal parmigiano o dal pecorino, dalla ricotta, o con spezie piccanti come la paprica. Il crumble si può preparare in anticipo, come riportato nella ricetta oppure al momento, magari durante una cena: basta preparare l'impasto, formare una palla e conservarla in frigo fino al momento dell'utilizzo, insieme ai pirottini pieni di frutta mista. Al momento del dolce si può grattuggiare l'impasto direttamente sui pirottini e infilarli in forno, servendoli tiepidi con una pallina di gelato. Le dosi di questa ricetta in particolare sono stati presi da un numero di Elle à Table.

Crumbles alle susine nere (part)

Ingredienti per quattro persone

50g di burro freddo
50g di farina bianca
50g di farina di mandorle
50g di zucchero di canna chiaro
4 susine nere
mandorle in scaglie
zucchero a velo

Preparazione

Mettere il burro freddo tagliato a pezzetti in un robot da cucina con la farina, la farina di mandorle e lo zucchero. Mixare fino ad ottenere una pasta che assomiglia a grossi grani di sabbia. Lavare le susine, eliminare il nocciolo, tagliarle a pezzi piccoli e dividerle nei pirottini da forno. Ripoprirle con il crumble e con qualche mandorla in scaglie(che tenderà a diventare scura). Cuocere per circa 25/30 minuti in forno caldo a 180°. Aggiungere ancora un paio di mandorle fresche (per fare contrasto con le mandorle cotte) spolverare di zucchero a velo e servire tiepido, magari con una pallina di gelato.

2 commenti:

Valeria ha detto...

Ah, come sono belli! Mi rimarrà la voglia, qui di susine in questa stagione nemmeno l'ombra! :( ma me la segno per la prossima estare, oh, se me la segno. Nel frattempo magari uso..mmm...le mele? :)

Art Travelling ha detto...

Ottima idea le mele :)